Mannalà

Lo scrittore agrigentino Salvatore Indelicato, con il suo lavoro letterario “Mannalà”, edito da MEDINOVA, ci propone una raccolta di dieci racconti tratti dai ricordi della sua infanzia vissuta tra i vicoli del quartiere “Mannalà” (per contrazione, nel linguaggio popolare, di Madonna degli Angeli), nel cuore del centro storico agrigentino. L’intento Leggi tutto…

Sangue nudo

Hisayasu Sato è, al di là di ogni ragionevole dubbio, uno dei cineasti più radicali della scena contemporanea. Il meno risolto, il più malato. Sin dai suoi esordi negli anni ottanta ha esplorato le proprie visioni e ossessioni coniugando nella sua opera la sottocultura porno all’avanguardia. I suoi lavori (50 Leggi tutto…

Prometeo in seconda persona

Il Nuovo Cinema Greco nasce negli stessi anni in cui in Europa e in alcuni paesi dell’America Latina sorgono quei movimenti di contestazione cinematografica e palingenesi linguistica che proprio negli anni ’60 avranno la loro consacrazione critica e in qualche modo anche il loro esaurimento, chi correggendo la polemica entro Leggi tutto…

Messico!

Il Messico è un paese seducente e contrastato, caotico miscuglio di benessere e povertà, superstizione e progresso. Ancora negli anni ’70, non mancavano vistose contraddizioni: la presenza di una forte tradizione combattiva a sinistra e un’aspra tradizione repressiva nell’apparato dello stato; una notevole libertà di azione ed espressione contro oscuri Leggi tutto…

L’arcipelago deserto

Sebbene in Giappone la nascita del cinema sperimentale e dell’Underground sia alquanto remota, risalendo a un film assurdo e singolare come Kurutta ippêji(1926) di Teinosuke Kinugasa, soltanto nei primi anni sessanta si spiegano gli esordi di una vocazione, che, nel percorso di dei suoi elementi inconsci, e in ragione del Leggi tutto…

Il volto della Medusa

Nikous Koundouros è uno dei maggiori registi di un paese, la Grecia, la cui cinematografia è stata sempre, a torto, ritenuta minore. Persino la grandezza oramai acquisita di Thodoros Anghelopoulos non è riuscita a diffondere nel mondo le opere di numerosi altri cineasti dal ricco immaginario e dalle inquiete tensioni Leggi tutto…

Il mercato della carne

È il 27 febbraio 1962 quando esce nelle sale Il mercato della carne di Satoru Kobayashi. Con questa pellicola nasce il pinku eiga, genere del cinema giapponese che non ha un preciso corrispettivo occidentale ma che equivale grosso modo alla categoria del softcore a basso costo prodotto ai margini dell’industria Leggi tutto…

Il cimitero del sole

Il termine nuberu bagu appare per la prima volta sulla rivista “Shukan Yomiuri” – dopo l’uscita del secondo film di Nagisa Oshima, “Racconto crudele della giovinezza” (1960) -, maturando l’opinione di un’influenza della nouvelle vague sul lavoro dei giovani cineasti giapponesi, che, invece, hanno sempre rifiutato la genesi di questa Leggi tutto…

I labirinti e la memoria

Questo libro raccoglie una serie di scritti che pur avendo trovato nell’occasione la loro nascita – come saggi di collaborazione per riviste, premesse a volumi in proprio, interventi per monografie collettanee –, seguono a loro modo una logica della continuità che si inserisce in un omogeneo discorso culturale sul cinema Leggi tutto…